Polpo (o piovra) sous vide, sottovuoto a bassa temperatura

polpo sous vide

La piovra (o polpo, che dir si voglia) sous vide? Una delizia ricca di sapore. Una di quelle carni in cui la cottura sottovuoto a basse temperature presenta il suo meglio, visto la coriacità di questo animale e il fatto che, per mangiarlo senza trasformare il pasto in un esercizio di masticazione, viene bollito. Con tutti i vantaggi e gli svantaggi della bollitura.
Sicuramente se lo bollite, la carne potrebbe risultare più tenera… ma il sapore che vi restituisce la cottura sous vide è strepitoso.

Il procedimento per la cottura, come sempre, è molto semplice. Basta un device per mettere sotto vuoto l’alimento e uno strumento per cucinare a temperatura controllata (come, per esempio, il Precision Coocker dell’Anova).

Ecco i passaggi:

  1. Lavate e pulite bene il polpo, asciugatelo ed imbustatelo
  2. Aggiungete, all’interno della busta, carote, sedano e cipolla a pezzi.polpo-sous-vide-imbustato
  3. Chiudete la busta sottovuoto ed immergete per 7 ore a 72°C.
  4. Estraetelo e conservate nella busta un po’ dell’acqua uscita in cottura

    polpo cotto sous vide sottovuoto
    polpo sous vide cotto
  5. Tagliatelo a pezzi e passatelo in padella con olio e un goccio di acqua di cottura fino a formare un sughetto cremoso.
  6. Servite come preferite (con un contorno di patate croccanti, in un’insalata con patate e prezzemolo o con pomodorini…in tutti i casi il risultato è assicurato)polpo sous vide impiattato

 

 

 

Sommario
recipe image
Nome della ricetta
Polpo (o piovra) sous vide
Pubblica il
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
Voto
31star1star1stargraygray Based on 11 Review(s)

2 pensieri riguardo “Polpo (o piovra) sous vide, sottovuoto a bassa temperatura”

  1. Ho provato questa ricetta, sapore squisito , ma difficile da masticare.
    Troppo duro . Provero’ di nuovo con qualche ora di congelatore prima di imbustare nel sacchetto del sottovuoto e cuocere..
    Poi vi dico ….
    Claudio C

  2. Oggi, per la prima volta ho usato il mio Anova, autoregalo di Natale. Ho pensato di fare un polpo lesso, una cosa facile facile. Solo che ho toppato clamorosamente. Nella busta col polpo ci ho messo anche l’acqua. Dopo sette ore di cottura il polpo mi si è “ristretto”, è diventato un quarto di com’era da crudo. Un grande insuccesso. Alla prossima! grrrrrr :-))))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *